Piccola Falange Macedone

2021
Opera unica


Terracotta policroma
Metallo
Foglia d’oro
21,5x33x89

Descrizione dell’opera


Con elmi dorati e sarisse svettanti la piccola falange macedone avanza in salita. Carlo Zoli richiama la particolare formazione dell’esercito del Regno di Macedonia, introdotta dal padre di Alessandro Magno, il sovrano Filippo II. I guerrieri sono compatti e uniti, pronti ad affrontare il nemico, ma nella ceramica di Zoli non hanno né braccia né scudi, i loro corpi sono racchiusi in strane armature dai riflessi metallici e sembrano androidi senz’anima. Dall’antichità, l’immaginazione dell’artista fa un salto in avanti nel mondo della fantascienza e del fantasy e, concentrandosi sul momento dell’avanzata bellica, dà vita a un battaglione di alieni o di viaggiatori nel tempo, senza dire dove siano diretti e quale sia il loro scopo. La guerra è insensata ma l’uomo è sempre pronto a trovare il modo per giustificarla.