Portfolio Quiete

Le Sorelle Della Sfera

2020
Opera unica


Terracotta policroma
Foglia d’oro
28,5x28x70

zoom_out_map
Read More

Le Tre Grazie

2017
Opera unica


Terracotta policroma
Smalto ceramico
30×19,5×38

zoom_out_map
Read More

Linfa Vitale

2018
Opera unica


Terracotta policroma
Smalto ceramico
Oro bianco terzo fuoco
19,5×15,5×39,5

zoom_out_map
Read More

La Corsa dell'Angelo

2019
Opera unica


Terracotta policroma
Foglia d’oro
27×37,5×70

zoom_out_map
Read More

Sulle Ali della Libertà

2021
Opera unica


Terracotta policroma
39×51,5×52

Animale selvaggio e libero, ecco il più famoso dei cavalli alati che i Greci chiamarono Pegaso. Plasmando l’argilla Carlo Zoli gli ha ridato una triplice vita, mentre vola verso la libertà. Tre è il numero perfetto, la condizione di equilibrio ideale per superare qualsiasi ostacolo.
Vitalità e potenza del cavallo, unite alla leggerezza delle ali e alla capacità di svincolarsi dal peso della gravità, ne fanno un esempio di audacia, simbolo dell’anima dell’artista che si eleva con l’ispirazione oltre la dimensione terrena, da cui però non può prescindere. I cavalli alati uniscono terra e cielo, sono rivestiti da patine che ricordano le calde sfumature della natura ma si librano come spiriti sospesi, alla ricerca di fantasiosi incontri tra le infinite possibilità dell’immaginazione.

zoom_out_map
Read More

La Dolce Melodia dell'Arpa

2017
Opera unica


Terracotta policroma
24x21x64

zoom_out_map
Read More

Portatrice d'Acqua con Anfore

2017
Opera unica


Terracotta policroma
20x21x72

zoom_out_map
Read More

Il Violino

1997
Opera unica


Terracotta policroma
Metallo
Smalto ceramico
Oro giallo terzo fuoco
18x18x51

zoom_out_map
Read More

Oltre la Porta

2021
Opera unica


Terracotta policroma
Metallo
Foglia d’oro
29x21x42

Una misteriosa creatura sul suo destriero è in procinto di varcare – o forse lo ha appena fatto – una cornice dorata; una soglia incantata che conduce in un altro mondo. Un teschio e un piccolo animale, anch’essi rivestiti da foglia d’oro, rimandano l’uno all’ultraterreno, l’altro alla fiaba, mentre il corpo femminile in torsione, privo di arti superiori e fasciato in un’armatura metamorfica, è tutt’uno con il cavallo – in armonia con la natura – ed è simbolo di dinamismo e mutamento. Anche l’ignoto è da affrontare con coraggio, come suggerisce lo sguardo sereno e fiducioso impresso sul volto. Forse è una veggente o forse è una fata ma, attraverso la creatività dell’artista, parla delle sfide della vita e dell’immaginazione come motore dell’esistenza.
Un esempio dell’arte fantastica di Carlo Zoli che nasce sempre da una commistione tra storia, mitologia e leggenda, verso interpretazioni favolose e surreali.

zoom_out_map
Read More

Dafne

2019
Opera unica


Terracotta policroma
12x13x37

zoom_out_map
Read More